Prestiti con Contratto di Apprendistato: come ottenerli, requisiti e garanzie

Prestiti con contratto di apprendistato, è possibile ottenerli e come? Si tratta di un argomento decisamente interessante, che riguarda parecchie persone. Nel nostro Paese infatti è prassi consolidata assumere nuovo personale tramite un contratto di apprendistato, potendo contare su apposite agevolazioni fiscali.

Prestito con Contratto di Apprendistato, cosa sapere

Molti giovani iniziano a lavorare con un contratto di apprendistato, ma cosa succede se questi soggetti si rivolgono ad un istituto di credito per ottenere un prestito, come verranno accolti, quante possibilità avranno nel concreto, di ricevere un finanziamento? In tanti si pongono queste domande. Noi cerchiamo di dare sinteticamente delle risposte.

Quando si ha necessità di chiedere un prestito, c’è sempre un potenziale ostacolo da mettere debitamente in conto, quello di dimostrare di avere determinati requisiti che ci facciano considerare come finanziabili.

Le banche prestano soldi solo a chi ha delle garanzie da dare. I lavoratori dipendenti non hanno in genere problemi a ottenere piccoli finanziamenti, solo dimostrando di avere una busta paga, ma vale anche per gli apprendisti?

Con la busta paga si dimostrano due cose, di avere un reddito, delle entrate fisse mensili e di avere un lavoro, quindi di essere in grado di pagare le rate di rimborso del proprio finanziamento.

Chi ha un contratto di apprendistato rientra a tutti gli effetti nella categoria dei lavoratori dipendenti, ma la particolarità di questo inquadramento contrattuale potrebbe rendere più difficile l’accesso al credito.

Il contratto di apprendistato è nasce con l’obiettivo di una successiva assunzione a tempo indeterminato, ma solitamente ha una scadenza e anche piuttosto breve, che lo rende per molti versi decisamente simile ad un contratto a tempo determinato, o almeno molti istituti di credito lo vedono così.

Il rischio è evidente, ovvero che al termine del proprio contratto di apprendistato, la persona non venga confermata in azienda con un’assunzione a tempo indeterminato e pertanto si trovi in difficoltà nel pagamento delle rate per la restituzione del finanziamento.

Come ottenere un prestito personale con un contratto di apprendistato

Ottenere Prestiti con Contratto di Apprendistato è quindi impossibile? Assolutamente no, potrebbe risultare più complicato, rispetto che con un contratto a tempo indeterminato, ma non bisogna scoraggiarsi, le opportunità ci sono.

Una soluzione piuttosto semplice, ma assolutamente efficace, per ottenere un prestito avendo un contratto di apprendistato, è quella di ridurre la durata del finanziamento, in questo modo, se pagheremo le rate (di importo un po’ più alto) in un periodo nel quale continueremo di sicuro a lavorare, come può dimostrare la durata del contratto di apprendistato, l’istituto di credito valuterà il rischio come molto inferiore.

I prestiti personali permettono in genere di gestire con una notevole flessibilità importi e durate dei finanziamenti, quindi non sarà difficile trovare una situazione su misura per le proprie esigenze e un modo per essere finanziati senza troppe difficoltà.

Se ad esempio si è stati assunti con un contratto di apprendistato di uno o due anni, basterà chiedere un prestito personale, con una durata massima di ammortamento fissata a 12 o 24 mesi.

Ottenere un prestito personale con un contratto di Apprendistato: le garanzie alternative

Se si necessita di un prestito e si ha un contratto di apprendistato, oltre alla propria busta paga si possono produrre delle garanzie alternative per accrescere la propria affidabilità creditizia.

Ad esempio ci si può avvalere di un garante (come un genitore) che sia disposto a garantire per noi, presentando la sua busta paga o il cedolino della sua pensione e che firmi il contratto, dimostrando di essere pronto all’occorrenza di farsi carico delle rate di rimborso.

Per chi non può avvalersi di un garante c’è la possibilità di dimostrare di avere redditi alternativi alla propria busta paga, come ad esempio quelli derivanti dall’affitto di un immobile di proprietà.

Contratto di Apprendistato: Cosa fare se la banca nega il prestito

Se si ha bisogno di un prestito e si ha un contratto di apprendistato, c’è la possibilità, che non avendo sufficienti garanzie la banca ce lo neghi, ci sono per fortuna delle alternative, come i prestiti tra privati, che hanno caratteristiche simili ai comuni prestiti personali, ma il vantaggio che le garanzie richieste dai privati sono in genere molto meno stringenti rispetto a quelle richieste dagli istituti di credito.

I prestiti tra privati sono proposti da piattaforme e community di social lending, che vanno scelte con attenzione per trovare solo soluzioni pienamente legali e sicure, magari anche con condizioni economiche interessanti.