ecobonus ristrutturare casa gratis

Ecobonus per ristrutturare casa gratis

Il Decreto Maggio, ormai ribattezzato come Decreto Rilancio tra le sue novità più rilevanti ha visto l’introduzione di un ecobonus al 110%, un forte incentivo per i privati che intendono ristrutturare casa, come ha annunciato il Premier Conte, senza spendere un soldo.

Decreto Rilancio: Superecobonus al 100% cosa copre?

Palazzo Chigi ha deciso di adottare questa misura senza precedenti nel nostro paese per sostenere in modo deciso il settore dell’edilizia, senza dubbio tra i maggiormente colpiti e duramente provati dalla crisi economica. Il settore era in crisi dal 2008 e il recente lockdown in molti casi ha ulteriormente aggravato la situazione.

Negli ultimi anni l’edilizia italiana aveva faticato non poco a rialzarsi e il rischio che l’emergenza seguita alla pandemia mondiale le desse il colpo di grazia era più che mai concreto. L’ecobonus darà una spinta energica a questo settore, ma attenzione non riguarderà ogni genere di cantiere, ma solo gli interventi di miglioramento energetico e antisismico.

Ecobonus e Sismabonus, detrazione al 110% sui lavori per la prima casa

Il Decreto Rilancio ha aumentato l’Ecobonus e il Sismabonus portandoli al 110%: chi effettua lavori destinati all’efficientamento energetico e alla riduzione del rischio sismico per la propria prima casa si vedrà quindi restituire l’intera cifra e avrà addirittura diritto ad un bonus del 10% in più.

Questa copertura del 110% vale per specifici interventi, ovvero quelli per i quali era già possibile ottenere una detrazione al 65%, come i lavori per l’isolamento termico o sugli impianti di climatizzazione. In base al tipo di lavoro ci sono di limiti di spesa massimi, che possono essere di 30 o 60 mila euro.

Bonus pavimento 2020, quali lavori sono gratis con l’ecobonus?

Rifare il pavimento di casa è un intervento che rientra nella copertura del nuovo super bonus al 110%? La risposta è dipende. Se il rifacimento del pavimento avviene a soli fini estetici non ci si può avvalere dell’ecobonus, stesso discorso se si tratta di una manutenzione ordinaria, che non rientra neppure nel bonus mobili. Quindi se si vuole posare il parquet, nessuno sconto o vantaggio.

Se si effettua il rifacimento di un pavimento, ad esempio a seguito della rottura di una tubazione che l’ha danneggiato, allora si potrà rientrare tra gli interventi considerati di ristrutturazione che sono agevolabili dalla misura del bonus.

Se poi si rifà il pavimento per installare impianti di riscaldamento a terra che facciano scendere i costi in bolletta e diminuiscano la dispersione termica, ecco che si potrà accedere a pieno titolo all’ecobonus al 110% previsto dal Decreto Rilancio del mese di maggio 2020. Bisognerà però che un tecnico abilitato certifichi che l’intervento da noi fatto e pagato (anticipando la spesa) abbia migliorato concretamente le prestazioni energetiche della casa e permesso un eventuale passaggio di classe energetica della stessa.

Le opportunità per effettuare lavori che migliorino la nostra casa, rendendola più sicura, confortevole e virtuosa sul fronte dei consumi e dell’impatto ambientale, sono concrete e vanno senza dubbio approfondite e sfruttate al meglio, per questo si consiglia di avvalersi esclusivamente di manodopera esperta, che saprà consigliarvi al meglio.