Disdetta Telepass: guida per farla senza sbagliare

0
76
disdetta telepass

Il Telepass è un servizio senza dubbio molto comodo, che permette di risparmiare tempo e di vivere in maniera più confortevole e serena molti viaggi. In alcuni casi, però, può essere necessario fare la disdetta. I motivi sono molteplici, e vanno dalla sostenibilità economica, al cambio d’intestatario dell’auto, al decesso del titolare. Ecco quindi che può essere utile capire come procedere per la disdetta Telepass.

Se stai cercando informazioni in merito scopri questa guida passo passo, realizzata per aiutarti a completare la procedura senza sbagliare.

Disdire il Telepass: come fare? Dove andare?

Ci sono diversi modi per procedere alla disdetta Telepass. Una delle soluzioni più semplici consiste nel recarsi presso un Punto Blu. Con questo termine si inquadrano i luoghi deputati al servizio di assistenza clienti di Autostrade Italiane. Per trovare quello più vicino alla propria abitazione è necessario consultare il sito ufficiale Telepass e la sezione ‘rete vendita’. Gli operatori Punto Blu sono formati per aiutare a gestire il processo di disdetta e per indicare i moduli necessari allo scopo. Ovviamente il cliente che, a prescindere dal motivo, decide di disdire il Telepass, deve presentare l’apparecchio e la carta viacard. Questa strada è molto comoda, ma non è l’unica per chi vuole disdire il Telepass. Vediamo nel dettaglio le altre.

Disdetta del Telepass: come farla per corrispondenza

La disdetta Telepass può essere fatta senza problemi anche per corrispondenza o via fax. Chi non ha modo di recarsi presso un Punto Blu può valutare questa alternativa. Cosa prevede? Iniziamo a vederla ricordando che si inizia inviando un numero di fax ai seguenti numeri

  • 055 4202734
  • 055 4202373

Il fax, per essere considerato valido, deve contenere una lettera di disdetta formale, nella quale il cliente comunica all’azienda la volontà di risolvere il contratto in essere. La procedura non finisce qui. La lettera, infatti, deve essere confermata tramite invio di una raccomandata con ricevuta di ritorno. La missiva deve essere indirizzata a

Telepass S.p.A – Customer Care – CP 2310 Succursale 39 – 50123 Firenze

Sia il fax sia la lettera di disdetta, per essere validi, devono avere allegati il documento d’identità dell’intestatario del contratto e di eventuali altri cointestatari. Bisogna allegare anche i dispositivi Telepass e la Viacard. Essenziale è che i cointestari firmino la raccomandata di disdetta.

Come funziona il servizio Telepass?

Dopo aver dettagliato tutte le procedure necessarie a concretizzare la disdetta Telepass, vediamo nel dettaglio le caratteristiche del servizio e le varie tipologie. Innanzitutto specifichiamo che il Telepass può prevedere un abbonamento mensile e trimestrale. In entrambi i casi l’intestatario del contratto ha la possibilità di avere un ingresso prioritario al casello dell’autostrada, con notevoli ottimizzazioni di tempo.

Le modalità di pagamento sono diverse, così come differenti sono gli abbonamenti che si possono sottoscrivere. Esiste infatti il Telepass Family e il Telepass con Viacard. Qual è la differenza? Il Telepass Family è un servizio di Autostrade Italiane. Il principale vantaggio che dà riguarda la possibilità di avere un ingresso prioritario al casello autostradale.

Attivabile da chiunque sia titolare di un conto corrente bancario o postale italiano, può essere utilizzato su più autovetture e anche sui motocicli. Quello che conta è comunicare preventivamente la targa dei vari mezzi.

Con il servizio Telepass con Viacard, invece, è possibile addebitare il costo di ogni singolo pedaggio autostradale sul conto corrente o sulla carta di credito. Questo abbonamento non prevede scadenza. La card può essere utilizzata in corrispondenza di tutti gli ingressi autostradali che presentano la scritta “Viacard”. Non esistono limiti di spesa. Quali sono i costi da sostenere? Vediamoli assieme:

  • Quota associativa annuale: 15,49 euro
  • Costo di ogni singola tessera aggiuntiva: 3,10 euro

Da ricordare è che alcuni istituti di credito prevedono una commissione per ogni singolo addebito. La situazione cambia a seconda delle regole della singola banca. In generale, però, non si può superare l’1,55 euro.

La tessera può essere richiesta senza problemi presso la propria banca di riferimento, se convenzionata. In caso viene recapitata a domicilio. Per richiederlaè sufficiente inserire i dati e il proprio IBAN. I titolari del conto Banco Posta, possono richiedere Telepass presso il proprio ufficio postale di fiducia. Sul sito di Telepass è possibile trovare l’elenco degli uffici postali convenzionati.

La tessera può essere richiesta anche facendo riferimento al proprio promotore finanziario di Banca Fideuram o Banca Mediolanum.

Conclusioni

La disdetta Telepass è una procedura molto semplice. Il servizio, di per sé molto comodo, può essere annullato in pochi e semplici passi. Quello che conta è raccogliere tutti i documenti necessari, facendo attenzione affinché siano completi. Per il resto basta solo attendere i tempi tecnici.

Cosa pensi di questi consigli? Li hai trovati utili? Lascia pure il tuo punto di vista nei commenti!

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here