conto deposito cose e come funziona

Conto deposito cos’è e come funziona?

Cos’è un conto deposito? Si tratta di uno strumento utile per chi investe e ha una determinata somma che non utilizzerà durante un certo periodo di tempo.

Conto deposito cos’è?

Si tratta di un vero e proprio conto bancario con limite di operatività il cui scopo è quello di far fruttare gli interessi nel patrimonio che si mette a disposizione all’interno del conto. Spesso questi conti deposito offrono dei tassi di interessi più alti se vincolati, ovvero non sarà possibile usufruire di quel denaro durante un determinato periodo. 

Esistono vari tipi di conto deposito, tra questi anche quelli che offrono la possibilità di essere svicolati pagando una penale o restituendo gli interessi extra maturati, il tutto dipende ovviamente dall’offerta e dalla banca con il quale è stato sottoscritto il conto deposito.

Conto deposito vincolato

Un conto deposito vincolato, come suggerisce il nome, è una forma di investimento che blocca per un determinato periodo di tempo la somma che si deposita che può variare dai 3 ai 60 mesi. In cambio del vincolo la banca o l’istituto finanziario offre dei tassi di interesse che possono risultare vantaggiosi.

Questi interessi possono essere liquidati al termine della durata del conto deposito, se il proprietario del conto decide di svincolare la somma potrebbe dover pagare una penale che corrisponde al totale o al parziale degli interessi maturati durante il tempo.

Conto deposito non vincolato

Il conto deposito non vincolato, come suggerisce il nome, è un conto che non ferma le somme durante un periodo di tempo, ma queste possono essere prelevate e utilizzate a discrezione. Ovviamente, lo svantaggio rispetto ad un conto deposito vincolato è quello di avere un tasso di interesse molto più basso.

Il vantaggio, invece, è quello di poter disporre dell’intera somma in qualsiasi momento per far fronte ad urgenze ed esigenze particolari.

Conto deposito come funziona quindi?

Il funzionamento di un conto deposito è quindi molto semplice. Il cliente deposita una determinata somma di denaro durante un certo periodo, la banca disporrà di quel denaro fino a quando non terminerà il vincolo ed a cambio corrisponde un tasso di interesse.

Come aprire un conto deposito?

Se si vuole aprire un conto deposito si deve essere proprietari di un conto corrente presso la banca dove si vuole vincolare il denaro. Ad oggi quasi tutte le banche offrono la possibilità di aprire un conto deposito, proprio per questo motivo ti consiglio di chiedere alla tua prima di aprire un ulteriore conto.

Attraverso il conto bancario ordinario si potranno trasferire i fondi al conto deposito.

Costi conto deposito: tasse e imposta di bollo

Durante l’apertura di un conto deposito potrebbero essere richiesti dei pagamenti di tasse e imposte di bollo, tuttavia queste ultime sono a carico (per la maggior parte) della banca e non esistono (quasi mai) delle quote di mantenimento di un conto deposito.

Tuttavia l’imposizione fiscale prevista della legge è una ritenuta del 26% sugli interessi che vengono riconosciuti dal conto deposito (questo vuol dire che dal deposito si guadagnano 100€ in interessi si dovranno pagare 26€ di tasse).

Garanzie conto deposito: Garanzia fondo interbancario

I conti correnti e i conti deposito sono tutelati dal Fondo interbancario di tutela dei depositi, questo significa che nel caso in cui l’istituto finanziario fallisce fino a 100.000 euro si ha la garanzia di recuperare il denaro investito o all’interno del proprio conto.