Giocare in Borsa
Giocare in Borsa

Giocare in Borsa, tutto quello che bisogna sapere!

Giocare in Borsa è certamente il sogno di tantissimi piccoli e grandi risparmiatori / investitori, che ritengono che il trading sui mercati finanziari possa essere una utile occasione di crescita dei propri patrimoni. Ma è davvero così? E, soprattutto, in che modo possiamo preparare il nostro ingresso in Borsa senza errori?

Giocare in Borsa
Giocare in Borsa

Giocare in Borsa: per tanti ma, forse, non per tutti

In primo luogo, cerchiamo di ricordare come l‘investimento nei mercati di Borsa non equivale a un giro di roulette: se è vero che spesso i mercati finanziari sono aleatori e irruenti, oltre che difficilmente prevedibili, è altrettanto vero che affrontare un investimento azionario (o obbligazionario, valutario, ecc.) senza una minima conoscenza della struttura di negoziazione, degli asset sui quali si sta investendo e delle conseguenza economiche e finanziarie delle proprie azioni, costituisce un atteggiamento superficiale che, spesso, rappresenta anche il primo passo per conseguire delle perdite e, dunque, disaffezionarsi del mondo degli investimenti di Borsa.

Dunque, sebbene non sia necessario essere dei super-esperti dei mercati finanziari, è comunque bene prepararsi ad affrontare i mercati di Borsa con serietà e metodo, accumulando le conoscenze più utili, e continuando – ogni giornio – a formare la propria competenza in materia per investire i propri risparmi al meglio e guadagnarci.

Fortunatamente, a tal fine sul web sono disponibili numerosissimi corsi, ebook e siti internet come http://www.osservatoriofinanza.it/blog/come-giocare-in-borsa dove troverete tutte le informazioni utili per i vostri scopi.

Quale patrimonio dedicare agli investimenti di Borsa?

In secondo luogo, è bene destinare agli investimenti di Borsa una quota del proprio patrimonio, progettando su di essa una strategia di trading ben definita. In questo modo concentrerete i vostri impegni su una quota “investibile”, senza rischiare di turbare la serenità del budget familiare sulla rimanente parte che andrebbe, invece, destinata alle spese (mutuo, cibo, ecc.) o al risparmio (conto corrente, deposito, ecc.).

Quale piattaforma di trading scegliere?

Una volta che avete compiuto una buona pianificazione sulla quota di patrimonio da destinare all‘investimento in Borsa, una volta acquisite le nozioni utili per supportare i vostri comportamenti sui mercati regolamentati, e una volta che avrete realizzato la vostra strategia formale di trading, non vi resta che attrezzarvi con gli strumenti necessari per poter effettuare dell’investimento sui mercati di Borsa.

In termini sintetici, quanto sopra sta a significare l’apertura di un conto di investimento presso uno degli istituti di credito / finanziari abilitati, e l’accensione di un contratto che vi permetterà di utilizzare una piattaforma di trading con la quale gestire in piena autonomia le vostre operazioni di investimento.

Come risulta facilmente verificabile da un rapido giro sul web, oggi i broker propongono un vasto ventaglio di piattaforme utili per i vostri scopi. Il nostro consiglio non può che essere quello di “testare” le varie opportunità attraverso un esame dei loro conti demo, veri e propri account che, in maniera simile a quello che accadrebbe con i rapporti “reali” vi permetteranno di comprendere come funziona l’investimento sui mercati di Borsa, ma senza rischiare soldi veri.

L’occasione del test della piattaforma sarà naturalmente anche utile per poter sperimentare in concreto le vostre strategie di investimento prima del vostro ufficiale ingresso in Borsa, e poter effettuare eventuali variazioni sul piano realizzato. In tal proposito, ricordate che ogni strategia deve essere oggetto di revisione e che dunque, pur potendo rappresentare una validissima bussola per i vostri atteggiamenti di trading, è bene compiere un periodico monitoraggio sulla stessa.