Prestito protestati e Cattivi Pagatori senza cessione del quinto

Quante volte hai sentito parlare dei prestiti ai protestati senza la cessione del quinto? Molte volte, ma non hai mai capito come funzionassero. Oggi parliamo proprio di questa categoria di prestiti e qui sotto potrai trovare alcune offerte sui prestiti senza cessione del quinto.

Come fare quindi per trovare dei prestiti ai cattivi pagatori o a coloro che sono stati segnalati all’interno del CRIF? Oggi vediamo come capirci qualcosa in più e se avrai qualche domanda lascia pure un commento saremo felici di rispondere alle tue richieste.

Cessione del quinto: come evitarla nel 2020?

Capisco che non vuoi cedere una parte fissa del tuo stipendio per questioni di sicurezza, ma ad oggi migliaia di prestiti vengono erogati in questa forma e molti dei prestiti con cessione del quinto vengono erogati in giornata!.

Ma se non preferisci questa forma di finanziamento allora dovrai continuare a leggere in quanto parleremo proprio come fare senza la cessione del quinto. C’è da dire che con la cessione del quinto molto spesso i prestiti vengono concessi in 48 ore e hanno dei tassi molto più interessanti di quelli che sono i prestiti personali normali. 

A volte però la pensione e/o lo stipendio non è idoneo, quindi bisogna trovare la soluzione. Partiamo ora dalle varie soluzioni per un prestito senza la cessione del quinto anche a chi è protestato.

Prestito con delega: cosa sono?

Per prima cosa bisogna fare chiarezza su questa tipologia di prestito: si tratta di un finanziamento che viene chiamato anche doppio quinto e che consente affiancandosi ad un eventuale collega / conoscente, per poter concedere alla finanziaria di prelevare / trattenere, due quinti dalla busta paga.

Questa tipologia di prestito può essere chiesto solamente da coloro che hanno già effettuato un finanziamento con la cessione del quinto in precedenza, non possono però accedere a questa tipologia di prestito rinnovando la cessione.

Prestito cambializzato: cos’è?

Un’altra soluzione per un prestito a protestati senza la cessione del quinto è il prestito cambializzato, quest’ultimo è molto interessante in quanto viene quasi sempre concesso. L’unica cosa che, come suggerisce il nome, è un prestito che viene restituito tramite il pagamento di cambiali con scadenze regolari prefissate.

Tuttavia questa non è l’unica garanzia, perché la banca in alcuni casi potrebbe richiedere altre garanzie come la fideiussone, o l’avvallo di un’altra persona (genitore, parente, ecc). Tuttavia questa pratica è sicuramente più veloce di un normale prestito senza busta paga.

Prestiti tra privati: quando farlo?

Tra le soluzioni troviamo anche i prestiti tra privati, ovvero una forma per ottenere dei prestiti per protestati evitando la cessione del quinto dello stipendio. Questa tipologia di prestito viene anche chiamato come social lending, permetterà a chi lo richiedere di saltare tutti gli ostacoli legati alle banche, ma bisogna stare molto attenti a cosa si firma ed in che condizioni si ottiene il prestito (tassi di interesse, ecc).

Consigliamo di firmare un contratto con prestito tra privati solamente dopo averlo fatto visionare ad un esperto in materia prestiti.

Prestito dal datore di lavoro: anticipo del TFR

Come ulteriore soluzione per un prestito esiste anche quello che viene definito “prestito dal datore di lavoro”, ovvero la possibilità di ottenere l’anticipo dello stipendio, ti consigliamo di domandare alla tua azienda di questa possibilità, molti lo fanno anche andando a prenderli dal tuo TFR.

Non tutte le aziende hanno questa tipologia di prestito, però tentar non nuoce. Tuttavia ti consigliamo di consultare sempre un esperto di prestiti prima di richiederne uno per evitare problematiche.