Passaggio di proprietà auto costo e dove farla?

Passaggio di proprietà auto: quale è il costo, dove fare il passaggio di proprietà auto in comune e motorizzazione, cosa fare in caso di defunto, calcolatore passaggio di proprietà auto

Il passaggio di proprietà auto è un atto formale attraverso il quale si comunica ufficialmente che un determinato veicolo ha cambiato proprietario.

Questa procedura comporta la variazione dell’intestatario sia sul libretto di circolazione sia sul certificato di proprietà. Eseguire questa modifica è piuttosto semplice, tuttavia per evitare contrattempi o inesattezze, è bene conoscere alcuni passaggi fondamentali.

Passaggio di proprietà auto

In primo luogo, come tutti sappiamo, il passaggio di proprietà auto ha un costo che può incidere notevolmente nel caso in cui si voglia vendere una macchina usata oppure semplicemente modificare il nominativo del proprietario.

Passaggio di proprietà auto costo

Il prezzo finale del passaggio di proprietà auto non è prestabilito, ma dipende da diversi fattori tra cui la potenza dell’automobile e la provincia di residenza dell’acquirente.

Tuttavia, alcuni costi sono i medesimi in tutto il territorio italiano, in particolare le imposte di bollo per la presentazione al PRA ( 32 euro ) e per il rilascio della Carta di Circolazione aggiornata ( 16 euro ), i diritti per la Motorizzazione Civile ( 9 euro ) e l’emolumento ACI ( 27 euro ). Queste voci sono presenti in ogni richiesta di passaggio di proprietà auto ed hanno un costo complessivo di 84 euro, che vanno considerati come costi fissi per la variazione di proprietà della vettura.

Passaggio di proprietà auto costo

 

A queste spese fisse, vanno aggiunti i costi relativi all’Imposta Provinciale di Trascrizione, che non ha un prezzo fisso ma può cambiare in base alle variabili sopra descritte.

Passaggio di proprietà auto: in comune o in motorizzazione

A seguito delle novità legislative introdotte nel 2016, in caso di compravendita tra i privati, è possibile eseguire il passaggio di proprietà sia in Comune sia presso la Motorizzazione Civile. Vediamo ora come è possibile eseguire il passaggio di proprietà presso il Comune di residenza, al fine di ridurre le tempistiche ed i costi.

Per fare il passaggio di proprietà auto in Comune è necessario presentare un documento, o scrittura privata, che attesti la vendita del veicolo, e farla autenticare davanti ad un Pubblico Ufficiale del Comune.

In secondo luogo, sarà necessario compilare un modulo di autentica dei propri dati anagrafici, affinché il Comune possa provvedere a completare la pratica con le opportune comunicazioni agli Uffici competenti, il P.R.A e la M.C.T.C. Il costo relativo ai diritti fissi rimane invariato. Tuttavia, è anche possibile recarsi personalmente presso tali uffici. In questo caso, sarà necessario comunicare tale variazione agli uffici del P.R.A.

Contenenti tutti i dati relativi alle vetture circolanti in Italia.

Questa parte deve essere eseguita dall’acquirente, al fine di evitare false dichiarazioni. Tuttavia in caso di possesso del Certificato di Proprietà, anche il venditore ha la possibilità di completare questa pratica in modo del tutto regolare.

Passaggio di proprietà auto quanto costa

Il passaggio di proprietà di un’autovettura è un atto formale attraverso il quale si comunica ufficialmente che un determinato veicolo ha cambiato proprietario. Questa procedura comporta la variazione dell’intestatario sia sul libretto di circolazione sia sul certificato di proprietà.

Eseguire questa modifica è piuttosto semplice, tuttavia per evitare contrattempi o inesattezze, è bene conoscere alcuni passaggi fondamentali. In primo luogo, come tutti sappiamo, il passaggio di proprietà auto ha un costo che può incidere notevolmente nel caso in cui si voglia vendere una macchina usata oppure semplicemente modificare il nominativo del proprietario.

Quale è il costo del passaggio di proprietà auto? Il prezzo finale non è prestabilito, ma dipende da diversi fattori tra cui la potenza dell’automobile e la provincia di residenza dell’acquirente. Tuttavia, alcuni costi sono i medesimi in tutto il territorio italiano, in particolare le imposte di bollo per la presentazione al PRA ( 32 euro ) e per il rilascio della Carta di Circolazione aggiornata ( 16 euro ) , i diritti per la Motorizzazione Civile ( 9 euro ) e l’emolumento ACI ( 27 euro ).

Queste voci sono presenti in ogni richiesta di passaggio di proprietà auto ed hanno un costo complessivo di 84 euro, che vanno considerati come costi fissi per la variazione di proprietà della vettura. A queste spese fisse, vanno aggiunti i costi relativi all’Imposta Provinciale di Trascrizione, che non ha un prezzo fisso ma può cambiare in base alle variabili sopra descritte.

Passaggio di proprietà auto defunto costi

passaggio di proprietà auto defunto

Se si eredita un veicolo si deve autenticare la firma dell’erede sull’atto di accettazione dell’eredità ed entro sessanta giorni dall’autentica bisogna registrare l’atto all’ufficio provinciale dell’ACI – Pubblico Registro Automobilistico (PRA), che rilascerà il certificato di proprietà digitale – CDPD – aggiornato, e richiedere l’aggiornamento della carta di circolazione all’ufficio provinciale della Motorizzazione Civile (UMC).

La mancata richiesta di aggiornamento del CDPD e della carta di circolazione determina l’applicazione, in caso di controllo su strada, di sanzioni monetarie oltre al ritiro della carta di circolazione ai sensi dell’art. 94 del Codice della Strada.

Se si autentica la firma dell’erede sull’atto di accettazione di eredità allo Sportello Telematico dell’Automobilista (STA) del PRA oppure della Motorizzazione Civile, è obbligatorio subito dopo aver autenticato la firma richiedere la registrazione dell’atto di accettazione dell’eredità. La contestualità dell’autentica della firma e della richiesta di registrazione dell’atto (cioè la loro esecuzione successiva ed immediata) garantisce la certezza giuridica dell’aggiornamento dell’archivio del PRA con i dati del nuovo proprietario del veicolo.

Quando si eredita un veicolo bisogna:

  • autenticare l’atto di accettazione dell’eredità

L’accettazione dell’eredità deve essere contenuta in un atto pubblico oppure in una scrittura privata con firma autenticata o accertata giudizialmente.

  • registrare l’atto di accettazione dell’eredità [fonte]

Passaggio di proprietà auto: in comune o in motorizzazione

A seguito delle novità legislative introdotte nel 2016, in caso di compravendita tra i privati, è possibile eseguire il passaggio di proprietà sia in Comune sia presso la Motorizzazione Civile. Vediamo ora come è possibile eseguire il passaggio di proprietà presso il Comune di residenza, al fine di ridurre le tempistiche ed i costi.

Per fare il passaggio di proprietà auto in Comune è necessario presentare un documento, o scrittura privata, che attesti la vendita del veicolo, e farla autenticare davanti ad un Pubblico Ufficiale del Comune. In secondo luogo, sarà necessario compilare un modulo di autentica dei propri dati anagrafici, affinché il Comune possa provvedere a completare la pratica con le opportune comunicazioni agli Uffici competenti, il P.R.A e la M.C.T.C. Il costo relativo ai diritti fissi rimane invariato.

Tuttavia, è anche possibile recarsi personalmente presso tali uffici. In questo caso, sarà necessario comunicare tale variazione agli uffici del P.R.A. Contenenti tutti i dati relativi alle vetture circolanti in Italia. Questa parte deve essere eseguita dall’acquirente, al fine di evitare false dichiarazioni. Tuttavia in caso di possesso del Certificato di Proprietà, anche il venditore ha la possibilità di completare questa pratica in modo del tutto regolare.

Calcolatore passaggio di proprietà auto

Esistono online i siti che offrono calcolatore passaggio di proprietà auto. Cosa è un calcolatore di passaggio di proprietà auto?

Per approfondimenti visita questi siti:

  • http://www.calcolocosto.it/
  • http://www.angolopratiche.com/calcolatrice-ipt/
  • http://www.autoscuolalepiagge.it/calcolo_passaggio/passaggio.php

Leave a Reply